partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Orlando, my political biography
Regia di Paul B. Preciado
Full Time
Regia di Eric Gravel
A white white day
Un film di Hlynur Pàlmason
Minari
Di Lee Isaac Chung
Tutti pazzi per Yves
Regia di Benoît Forgeard
Lacci
Regia di Daniele Lucchetti
Roubaix, une lumière
Regia di Arnaud Desplechin
Parasite
Di Bong Joon-Ho
Il lago delle oche selvatiche
di Yi’nan Diao
Memories of Murder
Regia di Bob Joon-Ho

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  25/04/2024 - 14:14

 

  home>cinema > film

Scanner - cinema
 


Il mio grosso grasso matrimonio greco
Regia di Joel Zwick
Cast: Nia Vardalos, John Corbett, Lainie Kazan, Michael Constantine, Gia Carides; commedia; Usa; 2002; C.
La sorpresa dell'anno in America

 




                     di Paolo Boschi


E’ un piccolo, delizioso film sull’integrazione razziale Il mio grosso grasso matrimonio greco, una commedia giocata su un’idea neanche particolarmente originale, ma resa con molto garbo ed estrema cura nei dettagli. L’attrice di origine greca Nia Vardalos è la protagonista assoluta del film nei panni, inizialmente dismessi, della trentenne Toula Portokalos, ancora nubile ed impiegata nel ristorante “Dancing Zorba”, di proprietà dei genitori Maria e Gus, rigidamente tradizionalisti come solo gli stranieri integrati in terra straniera sanno essere. L’affanno principale del signor Portokalos è però trovare un marito (rigorosamente greco) a Toula, al punto da aver proposto alla figlia di spedirla nella natia Grecia per trovarne uno. La metamorfosi della protagonista da bruco a farfalla passerà attraverso la ripresa degli studi (in informatica) all’università ed un nuovo impiego preso l’agenzia di viaggi della zia. Dopo un radicale cambio di look, lenti a contatto ed un maquillage sostanziale, Toula finalmente s’innamorerà, felicemente corrisposta, di un affascinante principe azzurro rispondente al nome di Ian Miller, insegnante di professione, purtroppo non greco: il nuovo fidanzato all’inizio sarà ruvidamente osteggiato dal pater familias della situazione, convinto di poter sanare ogni male grazie al Vetril e di riuscire a trovare una radice greca ad ogni parola. Ovviamente l’amore trionferà secondo copione: Ian sarà adottato dalla numerosa, chiassosa ed invadente famiglia di Toula e tutto si concluderà con un matrimonio in pompa magna. Il film diretto da Joel Zwick è indubbiamente divertente, in grado di intrigare e suscitare risate a più riprese con situazioni in bilico sull’esile filo del paradosso, ma allo stesso tempo basate su spunti realistici. Nia Vardalos, interprete principale ed autrice della sceneggiatura, ha dovuto sudare non poco per riuscire a farsi produrre il suo progetto, ma alla fine è stata premiata dallo straordinario apprezzamento dimostrato dal pubblico americano: con oltre 210 milioni di dollari d’incasso Il mio grosso grasso matrimonio greco si è meritato il titolo di sorpresa dell’anno. Una commedia non troppo ispirata ma nel complesso gradevole e ricca di verve.

Il mio grosso grasso matrimonio greco - My big fat greek wedding, regia di Joel Zwick, con Nia Vardalos, John Corbett, Lainie Kazan, Michael Constantine, Gia Carides; commedia; Usa; 2002; C.; dur. 1h e 34'

Voto 7 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner