partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Massimiliano Alioto
Ghosts?
Il Cinquecento a Firenze
Tra Michelangelo, Pontormo e Giambologna
Gelatina dura
Storie nascoste degli anni '80
La Biennale di Venezia
Tutti gli appuntamenti del 2017
Ai Weiwei
Bilancio di Libero
Sandro Chia
I Guerrieri di Xi’an
Carlos Bunga
La Capella
La bestia e il sovrano
(La bestia y el soberano)
Pablo Atchugarry
Il divenire della forma
La nostra storia inizia qui
The Immaterial Legacy

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  18/06/2018 - 07:44

 

  home>arte > mostre

Scanner - arte
 


Il Rinascimento ad Urbino
Gli artisti alla corte di Federico da Montefeltro
Al Palazzo Ducale di Urbino sino al 14 novembre

 




                     di Loredana Carena


La mostra “ Il Rinascimento ad Urbino. Fra’ Carnevale e gli artisti del Palazzo di Federico”, visitabile sino al 14 novembre al Palazzo Ducale di Urbino, si può considerare come la continuazione ideale delle due esposizioni precedentemente allestite presso la Pinacoteca di Brera a Milano e il Metropolitan Museum di New York e di taglio pressoché monografico sulla figura di Bartolomeo di Giovanni Corradini, meglio noto come Fra’ Carnevale. L’artista urbinate, figura di spicco nella città marchigiana nel primo Rinascimento e la cui attività in loco è documentata dal 1445 al 1484, lavorò ad Urbino sin dalla giovinezza. In quegli anni la città stava diventando uno dei principali centri di elaborazione e di diffusione del “verbo” rinascimentale grazie all’attività di mecenate del duca Federico da Montefeltro il quale, unendo l’abilità politica con la passione per le arti, riuscì a fare di Urbino quella città che Baldassar Castiglione definì “una città in forma di Palazzo”.

L’esposizione presenta gli aspetti peculiari della committenza federiciana dall’attività dei primi scultori toscani, il cui arrivo ad Urbino fu mediato da Fra’ Carnevale, ai risultati raggiunti da diversi pittori – architetti, in un percorso in cui vengono presentate le opere eseguite dagli artisti per il Palazzo Ducale e la città, alcune delle quali poco conosciute o addirittura inedite; altre opere, invece, disperse nei musei e nelle raccolte di tutto il mondo, sono state ricollocate nella loro sede originaria.

Tra i capolavori esposti c’è un’inedita “Madonna dell’Umiltà”, facente parte di una collezione privata, dipinta da Antonio Alberti da Ferrara, il pittore presso il quale avvenne la prima formazione artistica di Fra’ Carnevale. E’ possibile ammirare anche la prima opera conosciuta di Giovanni Corradini, una splendida “Annunciazione” proveniente dalla Nationale Gallery of Art Samuel H. Kress Collection di Washington.

Una sezione dell’esposizione è dedicata agli artisti marchigiani contemporanei al frate pittore: Giovanni Boccati, l’autore della “Camera Picta” del Duca; Giovanni Angelo d’Antonio da Camerino, Antonio da Fabriano ed altri. Nella sezione successiva sono raccolte le opere centrali dell’attività di Fra’ Carnevale: il polittico ricomposto, forse precedentemente conservato a Loreto; la tavoletta con figura eroica su sfondo architettonico proveniente dal Museo di Villa Cagnola di Gazzzada (Varese) e la tempera su tavola raffigurante “Madonna con Bambino” dell’Accademia Carrara di Bergamo. Il percorso si conclude con una serie di preziosi codici miniati già appartenenti alla biblioteca del duca d’Urbino.

A tutto ciò bisogna aggiungere che la peculiarità della mostra urbinate consiste, oltre che nell’elevata qualità delle opere, anche nello sviluppo e nell’attuazione di un progetto pilota di conservazione di un manufatto artistico. L’oggetto in questione è la così detta Alcova di Federico da Montefeltro, raro arredo ligneo interamente dipinto, che Fra’ Carnevale eseguì, probabilmente, nel 1459 in occasione del matrimonio del duca con Battista Sforza. Sorta di variante al letto rinascimentale tradizionale con colonne e tendaggi, l’Alcova è stata restaurata secondo il progetto dell’I.C.R. e grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro.

Info: “Il Rinascimento ad Urbino. Fra’ Carnevale e gli artisti del Palazzo di Federico”, mostra a cura di Alessandro Marchi e Maria Rosaria Valazzi.

Urbino, Palazzo Ducale – Appartamento della Jole. Catalogo Skira.

Informazioni e prenotazioni: sede mostra tel. 0722/ 322625.

Orari di apertura: aperto tutti i giorni 8,30 / 19,15 – la biglietteria chiude alle 18, 30 – lunedì 8,30 / 14,00 – la biglietteria chiude alle 13,00.

Biglietti: intero 8,00 € - ridotto 4,00 €.

Dal 20 luglio al 14 novembre 2005.

Voto 8 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner