partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Marina Abramovic
The Cleaner
Massimiliano Alioto
Ghosts?
Il Cinquecento a Firenze
Tra Michelangelo, Pontormo e Giambologna
Gelatina dura
Storie nascoste degli anni '80
La Biennale di Venezia
Tutti gli appuntamenti del 2017
Ai Weiwei
Bilancio di Libero
Sandro Chia
I Guerrieri di Xi’an
Carlos Bunga
La Capella
La bestia e il sovrano
(La bestia y el soberano)
Pablo Atchugarry
Il divenire della forma

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  11/12/2018 - 16:21

 

  home>arte > mostre

Scanner - arte
 


Mino Maccari - Vittime Della Pittura
Un Omaggio alla pittura e all'ironia di questo grande Maestro dell'Arte italiana
A Milano, Palazzo delle Stelline fino al 4 Novembre 2002
Evento promosso dalla Galleria Pananti

 




                     di Drago


Classe 1898, Mino Maccari attraversa quasi un secolo di pittura italiana, lasciando il segno e la sua firma nella storia.

Nato a Siena il suo percorso artistico inizia ben presto, attento osservatore dalla penna facile, Maccari usa il disegno come come se fossero parole, cosciente di parlar una lingua universale. Una mano che tenta di rincorrere la velocità del pensiero, una satira che appare sempre fra le righe, non esasperata ma tagliente.

A Milano la Galleria Pananti propone una selezione di Mino Maccari mostrandoci la personalità di questo pittore Italiano. Un'esposizione che non va a stupire, che non estrapola solamente "il meglio" come spesso oggi si tende a fare (e mai ci si riesce). Maccari non è perfezione e la mostra al Palazzo delle Stelline cerca di delineare con grande modestia un contorno sottile ma marcato, silenzioso ma di effetto di questo artista, simbolo indiscusso di un linguaggio pittorico tutto italiano, che a fatica ma con onore si fa largo nella storia dell'arte.
Esposti vi sono schizzi e disegni, ma anche quadri, per la maggioranza provenienti dalla collezione di famiglia Maccari e da altre collezioni private.
Non mancano alcune delle "pietre miliari" della vita di questo ironico personaggio, come "Stroheim" (Olio su Compensato, 1960) quadro simbolo di Maccari scelto anche per la copertina del catalogo edito da Pananti, oppure "Il Salotto" (Olio su Tela, 1972), che cita uno dei temi più trattati di Maccari: la sessualità, vista come elemento di tentazione, di ossessione, di gioco... Una sorta di punto fisso, a volte celato ma onnipresente in ciascuno dei suoi personaggi.

Il linguaggio di Maccari, apparentemente esplicito ed aperto, si rivela spesso metaforico, ricco di doppi sensi, segno di una personalità in continua evoluzione.
Difficile è identificare questo artista in una corrente ben precisa, forse perchè vissuto in un periodo di passaggio della storia dell'Arte, forse perchè la sete di sapere lo spingeva verso la spontaneità, usando il disegno come parole e palesando il suo essere poliedrico.
Maccari è uno scrittore della pittura, nei suoi bozzetti è sempre incisa un'ironia a tratti forzata, a volte finta, ma sempre capace di far riflettere.

La Galleria Pananti, con grande sapienza, ha reso al meglio il linguaggio dell'artista che dipingeva perchè amava dipingere, che dipingeva perchè ne sentiva il bisogno... il dovere. In un mondo che ha bisogno di immagini, dove si riesce a speculare anche sull'arte, sulla poesia, sul pensiero... Maccari scrive:

"La colpa non è dei pittori. Si dice che sono troppi. Dipingere non è proibito. E' un diletto, un piacere che non va negato a nessuno: una libertà che ciascuno si può prendere...
...D'altronde la vita moderna ha bisogno di immagini, e nemmeno i "fumetti" sono da prendersi sottogamba nè è da escludersi che con essi si possa far arte e poesia...
"


E'così che Maccari, sente l'arrivo dell'arte Pop, di Andy Warhol, di Kaith Haring.




Presentato da:
Galleria Pananti

MINO MACCARI. VITTIME DELLA PITTURA
50 Opere degli anni '40 fino agli anni '80
Fino al 5 Novembre 2002

Palazzo delle Stelline
Corso Magenta, 63
Milano

Orario:
tutti i giorni 16-18 compreso festivi

Catalogo Edizioni Pananti con prefazione di Sergio Pautasso.

per informazioni:
Galleria Pananti (Milano)
tel. 02 43319627
fax. 0243316542

Galleria Pananti (Firenze)
tel. 055 2741011
fax. 0552741034
www.galleriapananti.it
www.pananti.com



Si ringrazia la Galleria Pananti per il materiale e le informazioni messe a disposizione



Voto 8 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner