partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Berlinale 70
Nuova direzione nel segno dell’Italia
La Percezione dell’Architettura
I luoghi dei racconti
River to River
Florence Indian Film Festival
Torino Film Festival
edizione 37
Festival del Cinema di Roma
XIV edizione
Venezia 76
Si punta sempre più in alto
Cannes 2019
Settantaduesima edizione
Far East Film 21
Continuamente a Oriente
Berlinale 2019
L’ultima edizione di Kosslick
Torino Film Festival 36
Un festival fortemente cittadino

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  08/07/2020 - 05:47

 

  home>cinema > festival

Scanner - cinema
 


Torino Film Festival
edizione 37
La Steele come icona ispiratrice
Dal 23 al 30 novembre 2019 al Museo Nazionale del Cinema di Torino

 




                     di Matteo Merli


Barbara Steele appare nella locandina del 37esimo Torino Film Festival, come icona ispiratrice di una manifestazione poliedrica e sempre molto attenta al cinema di genere. In questa edizione, la Steele verrà insignita, prima donna e prima attrice, del Gran Premio Torino.
Il cartellone sarà composto da 197 film, di cui 142 lungometraggi, 11 mediometraggi e 31 cortometraggi, tutti selezionati tra più di 4000 opere visionate. Sono 45 le anteprime mondiali, 28 quelle internazionali e 64 quelle italiane, divise nelle tradizionali sezioni del concorso Torino 37, Festa Mobile, After Hours, TFFdoc, Italiana Corti, Onde, e la retrospettiva horror Si può fare! L’horror Classico 1919-1969.
L’inaugurazione del Festival di venerdì 22 novembre, è affidata a Jojo Rabbit: il film d’apertura è opera di Taika Waititi ( il suo What we do in the shadows, presentato e premiato al Tff nel 2014), una satira atipica sul nazismo interpretato dallo stesso Waititi con Scarlett Johansson e Sam Rockwell.
Il film di chiusura di sabato 30 novembre è invece Knives Out di Rian Johnson, che uscirà il 5 dicembre col titolo Cena con delitto, e vede tra i protagonisti, nomi come: Daniel Craig, Chris Evans, Jamie Lee Curtis, Toni Collette, DonJohnson, Christopher Plummer.
Guest director di quest’anno è Carlo Verdone, che presenta Cinque grandi emozioni, la sezione da lui curata con cinque suoi film del cuore: sono Ordet di Carl Theodor Dreyer, Buon compleanno Mr. Grape di Lasse Hallström, Divorzio all'italiana di Pietro Germi, Oltre il giardino di Hal Ashby e Viale del tramonto di Billy Wilder.
Nel concorso ufficiale, c’è un solo italiano, Il grande passo di Antonio Padovan (al secondo film dopo Finché c’è prosecco c’è speranza) con Giuseppe Battiston e Stefano Fresi, mentre due registi italiani firmano la produzione statunitense Now is Everything, il figlio d’arte Riccardo Spinotti e Valentina De Amicis. Da segnare sui taccuini: Beanpole di Balagov, A white, whit day = di Hylnur Palmason e Raf di Harry Cepka.
In Festa Mobile, si può vedere Stefano Consiglio che racconta Altan in Mi chiamo Altan e faccio Vignette, Maurizio Zaccaro che in Nour racconta una delle storie da Lampedusa del dottor Piero Bartolo (interpretato da Sergio Castellitto). Spiccano anche Magari di Ginevra Elkann con Riccardo Scamarcio e Alba Rorwacher, Lontano Lontano di Gianni Di Gregorio con l’ultima apparizione di Ennio Fantastichini, Simple Women di Chiara Malta con Jasmine Trinca. Da non lasciarsi scappare lo spionistico Spider in the Web di Eran Riklis con Ben Kingsley e Monica Bellucci, e il thriller The Good Liar di Bill Condon con la coppia di ferro Ian McKellen e Helen Mirren e Dreamland di Miles Joris-Peyrafitte con Margot Robbie rapinatrice di banche. Titolo omonimo, Dreamland, per il neo-noir di Bruce McDonald con Henry Rollins e Juliette Lewis presente nella sezione After Hours.
Per la sua ultima edizione da direttrice, Emanuele Martini ha curato la retrospettiva Si può Fare! L’horror classico 1919-1969, con 35 titoli rappresentativi del genere, per accontentare gli amanti del cinema horror che ogni anno affollano le sale del festival torinese. Come sempre una manifestazione giovane nelle proposte e con pellicole non scontate, incorniciate dai portici splendidi del capoluogo piemontese.

Voto 8 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner