partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Festa del cinema di Roma
XIII edizione
Venezia 75
Un festival rinvigorito e accattivante
Cannes 2018
Settantunesima edizione
Far East Film 20
I vent’anni di un grande festival
68° Berlinale
Un festival mastodontico
35° Torino Film Festival
Un festival che ha ancora la forza di rigenerarsi
12° Festa del Cinema di Roma
Un contenitore di tante proposte cinematografiche
Venezia 74
Il coraggio di un rilancio reale
Cannes70
Il Gran ballo del Cinema Internazionale
Far East Film 19
Un evento unico nel suo genere

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  16/11/2018 - 06:05

 

  home>cinema > festival

Scanner - cinema
 


Cannes 2018
Settantunesima edizione
Il punto cruciale dell’anno
Dall'8 al 19 maggio 2018 sulla Croisette

 




                     di Matteo Merli


Inizia con tante novità e polemiche al seguito Cannes 2018. L’esclusione di Netflix, la querelle sui selfie e dal cambiamento radicale delle proiezioni stampa, che penalizza i critici dei quotidiani a favore delle testate web, alimentano il fuoco sacro di un festival che è il punto cruciale dell’anno per quanto riguarda il panorama cinematografico mondiale. Le novità ovviamente non risiedo nel concorso ufficiale e vanno ricercate piuttosto tra la Quinzane e la Semaine per finire nella sezione ACID, senza scordarsi di Certain Regard, che a conti fatti compongo un mosaico di offerte comunque invidiabile e sicuramente stimolante nella ricerca e conferma di autori inaspettati e pronti ad affermarsi successivamente in altri festival. I titoli appetitosi sono numerosi: Dogman di Matteo Garrone, Burning di Lee Chang-dong, Le livre d’image di Jean-Luc Godard, Asako I & II di Ryūsuke Hamaguchi, Les Éternels di Jia Zhangke, Under the Silver Lake di David Robert Mitchell, Lazzaro felice di Alice Rohrwacher, The House that Jack Built di Lars von Trier, The Man Who Killed Don Quixote di Terry Gilliam, Dead Souls di Wang Bing, Donbass di Sergei Loznitsa, Chuva é cantoria na aldeia dos mortos di João Salaviza e Renée Nader Messora, Leave No Trace di Debra Granik, Mandy di Panos Cosmatos, Mirai di Mamoru Hosoda, Chris the Swiss di Anja Kofmel, Wildlife di Paul Dano. Questa è una piccola parte dell’offerta che propone Cannes dal suo cartellone, ma ci sono anche le perle del passato di Cannes Classics e Cinéma de la plage, partendo da 2001: Odissea nello spazio e Il settimo sigillo a restauri più recenti come quello di Grease. Una manifestazione mastodontica che rimane sempre al centro degli interessi cinematografici e raccogli a se innumerevoli appassionati della settima arte.

Voto 8 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner