partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Luca Pignatelli
Senza Data
Freespace
Biennale di Venezia
MADI. The Other Geometry
A cura di Cristina Costanzo
Viva arte Viva
Biennale Arte 2017
I Leoni d’oro alla carriera
La Biennale di Venezia 2016
Biennale di Venezia
All the World’s Futures
Arte Fiera 2015
Trentanovesima edizione
Strozzi per COOL T
Settimana della Cultura in Toscana
Just davant nostre
Altres cartografies del Rif
Personal Structures
Oltre l’evento collaterale

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  18/06/2019 - 20:40

 

  home>arte > eventi

Scanner - arte
 


Luca Pignatelli
Senza Data
A cura di Sergio Risaliti
Al Museo Stefano Bardini di Firenze dal 26 gennaio al 25 marzo 2019. Inaugurazione venerdì 25 gennaio 2019 dalle 18 alle 21. L’evento promosso dal Comune di Firenze è stato organizzato da MUS.E in collaborazione con la Galleria Poggiali di Firenze

 




                     di Giovanni Ballerini


"Il museo Bardini è uno dei luoghi culturali che l’amministrazione intende valorizzare - afferma il Sindaco di Firenze, Dario Nardella -, spazio eletto negli ultimi anni a grandi retrospettive come quelle di Currin e Brown. È quindi un piacere ritrovare proprio qui le opere di Luca Pignatelli, che già nel 2015 aveva esposto a Firenze, con una riflessione sul tempo e con grande sperimentazione di materiali, accanto a un allestimento originale pensato proprio per le sale del museo. Valorizzazione dell’antico e del presente con la commistione del contemporaneo e del futuro, ecco una delle nostre principali linee guida che vuole condurre Firenze e i suoi luoghi storici, artistici e culturali appieno nel terzo millennio".
Per chi ricorda poco più di tre anni fa la bella mostra personale “Migranti” nella Sala del Camino della Galleria degli Uffizi, e in generale chi apprezza l'arte di Luca Pignatelli è da non perdere un altro evento espositivo che testimonia il ripetuto attraversamento del tempo storico compiuto da questo artista in senso inverso rispetto a quanti citano il passato con accademica nostalgia.
Le sale del Museo Stefano Bardini di Firenze dal 26 gennaio al 25 marzo 2019 (inaugurazione venerdì 25 gennaio 2019 dalle 18 alle 21) ospitano Senza Data, mostra personale di Pignatelli (Milano, 1962). Le opere in mostra dialogheranno con le collezioni di arte del museo Stefano Bardini, conosciuto nel mondo per la peculiare messa in scena della collezione antiquaria appartenuta al grande mercante e collezionista fiorentino tra la fine dell’Ottocento e gli inizi del Novecento. L’evento, a cura del direttore artistico del Museo Novecento Sergio Risaliti e promosso dal Comune di Firenze è stato organizzato da MUS.E in collaborazione con la Galleria Poggiali di Firenze con l’idea di avviare un nuovo ciclo di mostre concepite con la cura scientifica del Museo Novecento e realizzate al di fuori degli spazi museali di Piazza Santa Maria Novella.
Nei dipinti di Pignatelli, le teste di età greca o romana hanno spesse volte gli occhi chiusi, sono introverse, lasciano tutto in sospeso, facendoci avvertire solo l’eco di emozioni grandiose, immense, di qualcosa di infinito e decisamente senza tempo. Nelle sale del Bardini saranno esposti una serie di lavori su telone ferroviario, legno, carta e lamiera, assieme a grandi dipinti realizzati su tappeti persiani di inizio novecento. Queste ultime produzione dell’artista saranno coerentemente associati alla vasta e rilevante collezione di tappeti del Museo stesso dal ‘400 ad oggi, compreso un manufatto tessile di oltre sette metri utilizzato in occasione della visita di Hitler a Firenze nel 1938. Una nuova serie di lavori su carta verranno altresì esposti con un allestimento site-specific che coinvolgerà le cornici e gli arredi presenti nella collezione del Museo.
“La mia ricerca degli ultimi anni – dice l’Artista - è un ripensare che cos’è il tempo rispetto all’immagine, ai quadri. Io credo che oggi sia importante collocare l’immagine al centro di una riflessione sulla memoria e il Museo Stefano Bardini è un simbolo nel mondo di cosa significhi una raccolta capace di rappresentare una stratificazione di tempi ma anche di culture. Con questa mostra vorrei rispondere alla domanda: cosa sta di fronte a un’immagine? Per me si tratta di un tempo plurale, un montaggio di temporaneità, sfalsate e quindi differenti”.
Sarà pubblicato un catalogo a colori edito da Forma edizioni con un saggio di Sergio Risaliti e la conversazione tra Luca Pignatelli e Pierluigi Panza.

Luca Pignatelli
Senza Data
Firenze, Museo Bardini
Via dei Renai, 37 50125 Firenze
26 gennaio - 25 marzo 2019
Orari h 11.00-17.00. Ultimo ingresso ore 16.15. Chiuso il martedì, mercoledì e giovedì.

Biglietti € 7,00 Intero, € 5,50 ridotto (18-25 anni).

Tutti gli sconti e le convenzioni sul sito dei Musei Civici Fiorentini

Voto 8 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner