partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


La Biennale di Venezia 58
May you live in interesting times
Luca Pignatelli
Senza Data
Freespace
Biennale di Venezia
MADI. The Other Geometry
A cura di Cristina Costanzo
Viva arte Viva
Biennale Arte 2017
I Leoni d’oro alla carriera
La Biennale di Venezia 2016
Biennale di Venezia
All the World’s Futures
Arte Fiera 2015
Trentanovesima edizione
Strozzi per COOL T
Settimana della Cultura in Toscana
Just davant nostre
Altres cartografies del Rif

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  12/11/2019 - 10:44

 

  home>arte > eventi

Scanner - arte
 


Freespace
Biennale di Venezia
XVI Mostra Internazionale di Architettura
Dal 26 maggio al 25 novembre 2018 ai Giardini e all’Arsenale e in vari luoghi di Venezia

 




                     di Stefania Battaglia


Adottando il tema Freespace, la XVI Mostra Internazionale di Architettura, che si svolge dal 26 maggio al 25 novembre 2018 ai Giardini e all'Arsenale e in vari luoghi di Venezia. Le curatrici Yvonne Farrell e Shelley McNamara hanno puntato un focus sulla qualità dello spazio (dello spazio libero e gratuito) e sul senso di umanità dell'architettura. "L'obiettivo dell'edizione 2018 è promuovere il desiderio di architettura - sottolinea il Presidente della Biennale Paolo Baratta -. La volontà di creare Freespace può risultare in modo specifico come caratteristica propria di singoli progetti. Ma, Space, free space, public space possono anche rivelare la presenza o l'assenza in genere dell'architettura, se intendiamo come architettura il pensiero applicato allo spazio nel quale viviamo e abitiamo. E la Mostra ci darà esempi, insegnamenti e motivi di discussione. E noi siamo grati alla Farrell e alla McNamara per avere accettato il nostro invito e per la loro coraggiosa scelta che arricchisce con un anello importante la catena delle Mostre tenute in questi anni". La mostra Freespace, che si articola tra il Padiglione Centrale ai Giardini e l'Arsenale, include 71 partecipanti, a cui si sommano quelli di due sezioni speciali: una con 16 partecipanti, che si intitola Close Encounter, meetings with remarkable projects e presenta lavori che nascono da una riflessione su progetti noti del passato. "Fari puntati su edifici alla storici rigenerati dall'intelligenza degli architetti spiegano le curatrici -. Edifici dimenticati rivisitati e riportati alla vita; tipologie trasformative dell'abitare; necessità infrastrutturali tradotte in strutture pubbliche e civiche". La seconda sezione, con 13 partecipanti, ha il titolo The Practice of Teaching e raccoglie lavori sviluppati nell'ambito dell'insegnamento. "Una componente essenziale per assicurare la continuità della tradizione in architettura è la pratica dell'insegnamento sottolineano le curatrici -. Molti dei professionisti invitati sono attivi nel campo della didattica. Il mondo del fare e del costruire si fonde con il mondo dell'immaginazione che viene così valorizzato in Mostra". La Mostra è affiancata da 63 Partecipazioni nazionali negli storici Padiglioni ai Giardini, all'Arsenale e nel centro storico di Venezia. Sono 6 i paesi presenti per la prima volta alla Biennale Architettura: Antigua & Barbuda, Arabia Saudita, Guatemala, Libano, Pakistan, e Santa Sede (con un proprio padiglione sull'isola di San Giorgio Maggiore). Con il titolo Arcipelago Italia, il curatore Mario Cucinella dà il senso della mostra al Padiglione Italia alle Tese delle Vergini in Arsenale, sostenuto e promosso dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanee e Periferie Urbane. Anche per questa edizione si prevedono selezionati Eventi collaterali, proposti da enti e istituzioni internazionali, che allestiranno le loro mostre e le loro iniziative a Venezia in concomitanza con la 16. Mostra Internazionale di Architettura. Sono due i Progetti speciali della Biennale Architettura di quest'anno: Il Progetto Speciale Forte Marghera a Mestre, a cura di Yvonne Farrell e Shelley McNamara, consiste in un'installazione degli architetti Sami Rintala e Dagur Eggertsson, realizzata anche per ospitare alcune manifestazioni in programma a Forte Marghera. Il Progetto Speciale al Padiglione delle Arti Applicate alle Sale d'Armi dell'Arsenale, si interroga sul futuro del social housing presentando un frammento del complesso di case popolari, Robin Hood Gardens, che fu progettato da Alison e Peter Smithson nell'East London e completato nel 1972. Resa possibile grazie alla collaborazione della Biennale con il Victoria and Albert Museum di Londra che si rinnova per il terzo anno consecutivo, la mostra è a cura di Christopher Turner e Olivia Horsfall Turner. La Biennale Architettura 2018 sarà accompagnata per tutto il periodo di apertura da un programma di conversazioni: i Meetings on Architecture, a cura di Farrell e McNamara, costituiscono l'opportunità di discutere le diverse interpretazioni del Manifesto Freespace e di ascoltare dal vivo le voci dei protagonisti della Mostra. Il catalogo ufficiale di Freespace, è composto di due volumi. Il Volume I, a cura di Yvonne Farrell e Shelley McNamara, è dedicato alla Mostra Internazionale. Il Volume II è dedicato alle Partecipazioni Nazionali, ai Progetti Speciali e agli Eventi Collaterali. La Guida della Mostra è studiata editorialmente per accompagnare il visitatore lungo il percorso espositivo. Il progetto grafico dell'immagine coordinata della Biennale Architettura 2018 e il layout dei volumi sono a firma di an Atelier project, Dublin. David Smith & Oran Day. I tre volumi sono editi da La Biennale di Venezia.

Voto 8 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner