Warning: mysql_connect() [function.mysql-connect]: Lost connection to MySQL server during query in /interview/mazzettint9.php on line 6
Intervista a Letizia Mazzetti, autrice del romanzo
partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   

Warning: mysql_db_query(): supplied argument is not a valid MySQL-Link resource in /include/menu2.php on line 15
query fallita



Warning: mysql_db_query(): supplied argument is not a valid MySQL-Link resource in /include/menu3_sotcat.php on line 9
query fallita

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  19/09/2018 - 22:52

 

  home>interview > libri

Scanner - interview
 


Letizia Mazzetti
Intervista all'autrice de Il cielo Cade
La fonte letteraria dell'omonimo film dei fratelli Frazzi

 

                      di Paolo Boschi



Warning: mysql_db_query(): supplied argument is not a valid MySQL-Link resource in /include/pallini.php on line 4

Warning: mysql_fetch_array(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in /include/pallini.php on line 5



Può spiegarci la genesi del suo romanzo?
E’ ispirato da un fatto veramente accaduto: io ho cercato di dimenticare quella scena di morte, di seppellirla partendo, lasciando Firenze e l’Italia, andando a Londra. Ma quando sono tornata ed ho rivisto Firenze mi sono ammalata molto gravemente, sono dovuta andare da uno psichiatra che mi ha aiutato e mi ha detto che soltanto scrivendo e raccontando quello che avevo visto avrei potuto guarire, e così è stato. Ho capito che per guarire non dovevo scrivere un saggio sul fascismo o sul nazismo, ma quello che avevo vissuto all’epoca, dovevo cioè ridiventare bambina per rivivere quelle emozioni che avevo cercato di seppellire nell’inconscio. E’ stato l’impossibile tentativo di dimenticare perché è insopportabile ricordare che mi ha fatto ammalare: per fortuna liberandomene con questo libro sono riuscita a guarire.
E’ importante non dimenticare il dramma della Shoah?
E’ doveroso non dimenticarlo: chi lo ha vissuto non potrà mai dimenticarlo.
A suo giudizio i giovani di oggi che percezione hanno della seconda guerra mondiale, e soprattutto del nazi-fascismo?
Nulla, non sanno nulla: non sanno che i tedeschi hanno fatto delle stragi in Italia, non sanno niente del fascismo né comprendono come una bambina potesse essere ‘presa’, innamorata del duce o del fuhrer, come i bambini potessero essere manipolati, né sanno il male che la Chiesa ha causato attraverso il catechismo parlando male degli ebrei, dicendo che da morti sarebbero andati all’Inferno. Per fortuna Papa Giovanni XXIII ha fatto cancellare tutto questo, d’altra parte all’epoca la situazione era questa: la Chiesa che diffamava gli ebrei, il fascismo che approvava leggi razziali contro gli ebrei, che consegnava gli ebrei ai tedeschi, i bambini sparivano dalle scuole, i professori dalle università. E la gente assisteva con normalità, perché l’odio antisemita era stato ‘preparato’ con beneplacito del fascimo e della Chiesa, in particolare per la Chiesa si tratta di una colpa gravissima.
La traslazione cinematografica dei fratelli Frazzi le è piaciuta?
Mi ha emozionato. E’ diversa dal romanzo ma non si deve pretendere che un film sia uguale al libro. Il libro è la realtà vista dagli occhi di una bambina, dal basso, mentre il film è la bambina vista dalla macchina da presa, ovvero dall’alto. Però è rispettato molto il suo mondo, ed è una gran cosa, perché scrivere i pensieri di una bambina è facile che rappresentarli attraverso la macchina da presa. I fratelli Frazzi hanno fatto un’operazione molto particolare per essere vicini allo spirito del libro: un’ottima sceneggiatura, dei bravissimi attori, in particolare la Rossellini, che i fratelli Frazzi hanno trasformato da una modella in una donna straordinaria: in questo film somiglia davvero molto a sua madre, Ingrid Bergman.

Voto 7 

© Copyright 1995 - 2010 Scanner


Warning: mysql_close(): supplied argument is not a valid MySQL-Link resource in /interview/mazzettint9.php on line 205