Warning: mysql_connect() [function.mysql-connect]: Lost connection to MySQL server during query in /interview/chieregato18.php on line 6
Gianmarco Chieregato, grande artista della fotografia, calendario dedicato all\'Associazione italiana persone down, la fotografia… l\'arte del futuro fotografando i bambini insieme ad alcune stelle dello spettacolo, reportage, Lancetti, immagine, assistente-fotografo, fotografo, Occhi verdi, la Perla, foto
partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   

Warning: mysql_db_query(): supplied argument is not a valid MySQL-Link resource in /include/menu2.php on line 15
query fallita



Warning: mysql_db_query(): supplied argument is not a valid MySQL-Link resource in /include/menu3_sotcat.php on line 9
query fallita

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  19/09/2018 - 22:20

 

  home>interview > fotografia

Scanner - interview
 


Gianmarco Chieregato
La fotografia… l'arte del futuro
Un calendario dedicato all'Associazione italiana persone down
Fotografando i bambini insieme ad alcune stelle dello spettacolo

 

                      di Sara Morandi


La fotografia è considerata una delle arti più belle ed interessanti. Il saper cogliere la particolarità di uno sguardo, la naturalezza di un paesaggio, la passionalità di un personaggio. Per lo spettacolo quest'arte è ancora più importante; la bravura dei fotografi sta nel catturare il meglio del cantante o dell'attore in questione.

Proprio per questo, Scanner, ha deciso di scambiare due parole con un grande artista della fotografia, Gianmarco Chieregato, che ci ha svelato tutto quello che c'era da sapere sull'immagine e i suoi segreti.

Com'è diventato fotografo?
Ho inziato come la maggior parte dei fotografi: per hobby. All'inzio era un semplice passatempo, ma più tardi, cominciò a piacermi questo mestiere. Così diventai assistente-fotografo. Ero indipendente, fotografavo e stampavo i miei lavori. Decisi d'inviare alcuni dei miei reportage a Lancetti e come si dice "da cosa nasce cosa" e inizia così a fotografare sfilate.
Cosa bisogna sapere cogliere di un'immagine?
Non c'è una cosa precisa. Generalmente fotografo donne e dalla mia esperienza, credo che bisogna riuscire a "catturare" il lato più bello del viso, il lato più interessante… Lo sguardo è la cosa più affascinante, gli occhi devono trasmettere un'emozione, devono parlare…
Hai mai fotografato paesaggi?
No, però se devo essere sincero mi piacerebbe farlo; interessante sarebbe fotografare gli alberi; la natura in generale. Ho lavorato anche per case di mode, come "Occhi verdi" e la "Perla", ma la mia specialità si basa soprattutto nel fotografare modelle.
Arriviamo a parlare di spettacolo… Com'è che hai iniziato a fare parte di questo mondo?
Tutto è cominciato da quando cambiò il direttore del mensile "Gioia". Mi fu proposto di lavorare per attrici. Così nel numero di quel giornale uscirono 8 pagine di un'intervista più naturalmente tutte le foto che avevo fatto. Un attore che ho fotografato è stato Vittorio Mezzogiorno e anche Maria Grazia Cucinotta che all'epoca, era ancora una modella.
Una curiosità, è difficile fare il fotografo?
Più avanti andiamo e più ogni cosa diventa difficile. Adesso è molto più semplice grazie alla tecnologia, il computer riesce a togliere quei difetti che possono nascere quando si fa una foto… Prima però, gli errori erano considerati una particolarità… Un qualcosa che riusciva a rendere la fotografia sempre più originale.
Una buona macchina fotografia che caratteristiche deve avere?
Tecnicamente non te lo so dire… Il corpo della macchina è meno importante, la cosa essenziale, invece, è l'obbiettivo perché aiuta il fotografo a fermare un movimento. Gli obbiettivi luminosi mostrano la differenza perché quando va ad ingrandirsi vedi che la qualità resta.
Come è nato il progetto del calendario dedicato all'Associazione italiana persone down?
Nella vita è bello sentirsi più buoni e quest'esperienza mi ha arricchito molto. Una mia amica, Laura Rossi, ha una nipotina down e dato che aveva in progetto di fare un calendario per aiutare i bambini, mi domandò se potevo aiutarla. Decisi di fare questo lavoro dedicato all'Associazione italiana persone down e sono stato contento di aver accettato. E' stata un'esperienza interessante ma non è stato facile perché il difficile stava nel riuscire a far ridere i bambini. Alla fine sono stato contento, perché il risultato è stato ottimo.
Si sente un fotografo di successo?
La cosa bella è che amo il mio lavoro. Non è facile trovare un lavoro che ti piace e per cui sei pagato bene. Come tutti, anch'io ho dei momenti di fatica ma cerco sempre di trovare il piacere nelle cose che faccio. Nella vita è importante migliorare sempre.
Cosa si attende nel prossimo futuro?
Spero che il successo che ho acquistato negli anni, possa essere confermato e che tutte le cose che ti hanno dato soddisfazione possano sempre ripetersi
Quale è il segreto per fare una buona fotografia?
Non esiste alcubn segreto.Tutto sta nella bravura, nella sensibilità del fotografo!

Voto 8 

© Copyright 1995 - 2010 Scanner


Warning: mysql_close(): supplied argument is not a valid MySQL-Link resource in /interview/chieregato18.php on line 169