partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

01/10/2022 - 19:34

 

Notizie Flash

Scanner - News
 

FESTIVAL In costruzione MIGRAZIONI - Dal 27 giugno al 29 luglio in luoghi sparsi a San Casciano Val di Pesa

30/06/2005

II edizione Associazione Teatro Niccolini con il patrocinio del Comune di San Casciano Val di Pesa il sostegno della Provincia di Firenze e Forum dei giovani di San Casciano V.P. in collaborazione di Jack and Joe Theatre, Cantiere Ikrea, Teatri d’Imbarco Emigrare, immigrare, migrare, nell’accezione di notevole spostamento di uomini o di animali da una sede ad un’altra. Questo il senso da cui parte il festival In Costruzione. Dunque non viaggiare, come fa chi è libero di decidere dove andare, piuttosto migrare, trasferirsi altrove alla ricerca di un luogo dove poter vivere, più precisamente lavorare, sopravvivere.
MIGRAZIONI, è’ questo il tema della seconda edizione del festival In Costruzione, voluto da una serie di realtà teatrali toscane, L’Associazione Teatro Niccolini, Comune di San Casciano, Provincia di Firenze e Forum dei Giovani di San Casciano V:P, in collaborazione con il Jack and Joe Theatre, Cantiere Ikrea e Teatri d’Imbarco, oltre alle compagnie residenti del Teatro Niccolini di San Casciano. Il ‘900 è il tema iniziato nella scorsa edizione e che viene scandagliato con un sottotitolo scottante:le MIGRAZIONI.
MIGRAZIONI rende omaggio a tutte quelle folle che, in perpetuo movimento nel mondo, subiscono una migrazione forzata, dettata da arbitrarie ragioni politico-economiche, come a coloro che, per scelta, non abbiano ancora trovato “il posto giusto”. MIGRAZIONI
Il festival, diretto da Patrick Duquesne, ed organizzato da Dimitri Frosali, propone quattro spettacoli teatrali, due stage, uno sulla voce e l’altro sul lavoro drammaturgico e direzione degli attori, oltre che una conferenza sulla ‘deportazione economica’ con Anne Morelli, storica e docente all’Università libera di Bruxelles. Invitata nella Sala del Consiglio Comunale di San Casciano, Morelli si interroga se: “Festeggiare una deportazione economica?”riferendosi nella fattispecie all’emigrazione italiana in Belgio, in base agli accordi del ’46, e celebrata con sospetta nostalgia, dai Paesi ‘attori’. La conferenza è aperta a tutti coloro che desiderino parteciparvi, oltre alla docente sarà presente il sindaco di San Casciano e la sua giunta.
Gli spettacoli di MIGRAZIONI iniziano il 4 luglio con Viaggio Organizzato, il tema affrontato dal Collectif 1984 diretto da Patrick Duquesne. Lo spettacolo racconta del rapporto fra un belga ed un emigrato italiano, il primo licenziato il secondo assunto in miniera. La storia di due vinti. Si replica il 5 luglio.
Il 12 è la volta di Il verbo degli uccelli a cura di Massimo Salvianti e Tiziana Giuliani.
Il 19 e 20 luglio Cibo per cani, la storia di due emigrati dell’est europeo che trascorrono la notte di Capodanno in un misero rifugio. Mentre il resto del mondo festeggia, per i due le cose sono diverse, ma gli autori ed attori: Adriano Miliani ed Andrea Kaemmerle, surreali ed ironici, riusciranno a farli brindare e ‘mangiare’.
L’ultimo spettacolo del festival è previsto per il 29 luglio: Lampedusa, porta d’Europa di e con Fabio Monti. Scrive l’autore: “Piace assai ai poveri d’Africa, che vogliono Lampedusa per toccare l’Europa, scappare al nord, vita facile, mangiare, lavoro, futuro, tutto meglio che li...”
Il festival decentra i suoi spettacoli in spazi teatrali non convenzionali, i motivi sono alcuni, non per ultimo il risparmio, il festival conta infatti su pochi finanziamenti. Ma la ragione principale è dettata dal tema del festival, MIGRAZIONE che richiede spazi ‘altri’che la raccontino meglio di un teatro con sipario e poltrone di velluto rosso.
Così il pubblico frequenterà la Sala del Circolo Arci frequentando lo stage di Pascale Ben Ganymede e Michel Borotra. La conoscenza della voce, questo il tema dello stage, inizia il 27 giugno fino al 2 luglio con una frequenza di 6 ore al giorno, per 300 euro di costo.
Altro luogo del festival è il Consiglio Comunale di San Casciano, che sarà aperto al pubblico il 4 luglio alle ore 17.00 , per la conferenza Festeggiare una deportazione? di Anne Morelli.
Anche il Parcheggio coperto Coop è scenario di uno spettacolo, Viaggio organizzato in scena il 4 e 5 luglio, di e con Giovanni Orlandi e Patrick Duquesne. Lo spettacolo Il verbo degli uccelli a cura di Massimo Salvianti e Tiziana Giuliani, richiede uno spazio aperto, l’Arena dentro le mura, il 12 luglio.
Dal 18 al 22 luglio invece lo spazio interessato per lo stage Il lavoro drammaturgico e la direzione degli attori, di Saphie Proust, ad iscrizione gratuita, frequenza 6 ore giornaliere, sarà la Sala prove del Teatro Niccolini.
A questo proposito ricordiamo che il Teatro Niccolini, il 27 agosto ospiterà La porta chiusa, uno spettacolo in lingua francese di Sophie Proust, in allestimento per le celebrazioni prossime, del centenario della nascita di J.P. Sartre. Il sottopalco del Niccolini darà ospitalità a Cibo per cani, di e con Andrea Kaemmerle e Adriano Miliani, il 19 e 20 luglio. Per concludere il 29 luglio lo spazio interessato a Lampedusa, porta d’Europa, sarà la Pescaia La Botte
In Costruzione/MIGRAZIONE, in quanto tale, ha cercato e trovato ospitalità per due film che, presentati a Cannes, hanno aderenza al tema del festival: al Cinema Everest, per Cinema sotto le stelle, il 1 luglio sarà proiettato il film di Daniele Vicari “L’orizzonte degli eventi” il tema dei lavoratori ridotti in schiavitù; il 15 e 16 luglio sarà la volta di “Quando sei nato non puoi più nasconderti” di Marco Tullio Giordana, ovvero, gli stranieri dei quali diffidiamo, fanno parte della nostra vita.

Ilaria Monici - Redazione Scanner.it


 

Ultimi Giorni

 

Archivio

01 October 2022
September 2022
August 2022
July 2022
June 2022
May 2022

 

© Copyright 1995 - 2010 Scanner