partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

22/09/2021 - 12:58

 

Notizie Flash

Scanner - News
 

Klaus Bellavitis - Magicamente Jazz

13/07/2021

Dopo l’esperienza tutta digitale di Magicamente Jazz, trilogia del poliedrico compositore Klaus Bellavitis, Artis Records ora presenta anche la versione fisica dei tre album in uno. Il cofanetto contiene: Panta Rei, My Father’s smile e Portraits. I 3 progetti sono finalmente nella rete di Egea, distributore che possiede negozi di dischi tradizionali ovunque nel mondo. Magicamente Jazz è un concept album interessante perché denso di colori molto diversi tra loro. Un vero e proprio viaggio sonoro che non utilizza gli abituali toni vellutati e jazzistici “a la Bellavitis”, ma che sconfina in aree sonore più crude e contrastate. Senza mai rinunciare a stile ed eleganza musicale, questo progetto narra dei tortuosi meandri emotivi di un artista che ad oggi può vantare una lunga carriera internazionale. Un compositore, pianista e cantante jazz che si abbandona al suo miglior sfogo creativo e che trasforma fedelmente le sue esperienze di vita in schegge melodiche. Il triplo CD Magicamente Jazz è un concept album interessante perché denso di colori, un viaggio sonoro non sempre dai toni vellutati, a volte anche crudi e contrastati. Le sue sonorità rappresentano i tortuosi meandri emotivi di un artista che vanta una lunga carriera internazionale. Un compositore, pianista e cantante jazz che si abbandona al suo miglior sfogo creativo. Dei tre album di Klaus Bellavitis, Panta Rei è forse il più genuino spaccato della sua personalità, quasi fosse un confronto musicale con se stesso, una lunga competizione interiore per il raggiungimento di una rinnovata eccellenza estetica. Tale conflitto rivelerà anche un arzigogolo fantasioso che, a tratti, si mimetizza e si trasforma in racconto autobiografico. La moltitudine di sfaccettature emotive e sonore contenuta in Panta Rei riesce ad avvicinare stati emotivi molto distanti tra loro, come delicatezza e irriverenza, disperazione e ironia, dramma e sagacia, romanticismo estremo e becero disincanto, ostentata autocelebrazione e struggente lutto per la perdita del padre. In questo modo il “coraggioso” artista non teme di mettersi a nudo, anzi si espone confessando i suoi più reconditi spaccati emotivi.

Giovanni Ballerini - Redazione Scanner.it


 

Ultimi Giorni

 

Archivio

22 September 2021
21 September 2021
20 September 2021
19 September 2021
18 September 2021
August 2021
July 2021
June 2021
May 2021
April 2021

 

© Copyright 1995 - 2010 Scanner