partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

18/01/2018 - 14:53

 

Notizie Flash

Scanner - News
 

Bustric al Teatro Verdi di Firenze - la Musica del Libro della Giungla

12/01/2018

sabato 13 gennaio ore 16.30, al Teatro Verdi di Firenze continua il ciclo di appuntamenti dedicati al pubblico dei bambini e famiglie con un ospite sempre atteso dai più piccoli: Bustric alle prese con le avventure del cucciolo Mowgli e gli animali della Giungla. Biglietti da euro 5,00. Tra le molte attività destinate ai più piccoli spiccano gli appuntamenti del Sabato pomeriggio per bambini, ragazzi e famiglie: Tutti al Teatro Verdi. Si tratta delle repliche - aperte al pubblico – degli spettacoli mattutini (programmati il 15, 16, 17 gennaio) della rassegna I Concerti per le Scuole, iniziativa storica dell'ORT, inserita all'interno del progetto Le Chiavi della Città dell'Assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune di Firenze. Quando si parla di spettacoli per bambini non si può non pensare a Bustric, amico e ospite consueto dell'ORT, che torna sul palco del Teatro Verdi con uno dei suoi cavalli di battaglia: Bustric e la Musica del Libro della Giungla, sabato 13 gennaio ore 16.30. Si tratta, non del cartone disneyano del 1967 musicato dai fratelli Sherman, ma della celebre partitura di Miklos Rozsa, compositore ungherese naturalizzato statunitense che ha firmato il primo “Libro della Giungla” (Jungle Book), film di Zoltan Korda nel 1942. È la storia di Mowgli, il ragazzino protagonista del Libro della Giungla di Kipling, che Miklos Rozsa ha raccontato in musica ricorrendo all’uso di temi esotici, come spesso avviene nel vaudeville, ricreando quelle atmosfere afro-orientali care ai compositori d’inizio secolo. Sergio Bini, in arte Bustric, narratore e interprete allo stesso tempo, racconta questa storia indossando i panni di un viaggiatore indiano, con turbante e scarpe d’oro, in viaggio con la sua splendida bicicletta. Un po’ clownesco per alcune trovate e un po’ come un cartone animato, senza mai ricorrere all’iconografia disneyana, è uno spettacolo a trasformazione, un puro divertimento, un esercizio di stile firmato Bustric.

Giovanni Ballerini - Redazione Scanner.it


 

Ultimi Giorni

 

Archivio

18 January 2018
17 January 2018
16 January 2018
15 January 2018
14 January 2018
December 2018

 

© Copyright 1995 - 2010 Scanner